TIMING

Clicca sul giorno:

<gennaio 2018>
lumamegivesado
25262728293031
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930311234

Vedi i prossimi appuntamenti:


Conferenze stampa


Convegni


Eventi


Mostre / Vernissage


Presentazioni

Il Gufo

21/01/18, 18:00
Showroom, via Bagutta 12, Milano

Luisa Viola

25/01/18, 11:30
Showroom Miroglio, via Burlamacchi 4, Milano


Press day

Buongiorno Milano - Cinelli, Emma, Scandola

30/01/18, 09:00 - 19:00
Showroom Chance 15, corso Vittorio Emanuele 15, Milano


Sfilate


Opening


Vedi tutti gli appuntamenti

SALONI

I prossimi 10 saloni


VicenzaOro January + T-Gold

Vicenza

19 - 24 gen 2018


Project NY

New York

21 - 23 gen 2018


Mrket NY

New York

21 - 23 gen 2018


Pitti Immagine Filati

Firenze

24 - 26 gen 2018


Jacket Required

London

24 - 25 gen 2018


Homi

Milano

26 - 29 gen 2018


Scoop

London

28 - 30 gen 2018


Kiev Fashion Days

Kiev

31 gen - 04 feb 2018


Momad Metropolis

Madrid

02 - 04 feb 2018


Milano Unica

Rho, Milano

06 - 08 feb 2018


Vedi tutti i saloni
primi cinque mesi 2017 mercoledì 13 settembre 2017

 

Pelletteria: il made in Italy cresce double digit all'estero

Pelletteria: il made in Italy cresce double digit all'estero

 

Il settore della pelletteria italiano beneficia del rafforzamento dell'economia globale e nei primi cinque mesi del 2017 mette a segno un sensibile incremento dell'export in tutto il mondo, compresa l'Europa, come testimoniano i dati ufficiali di Istat diffusi da Aimpes. Più apprezzati i prodotti di valore, emblema della manifattura italiana.

 

Nel periodo tra gennaio e maggio 2017 l'export ha superato di poco la soglia dei 3 miliardi di euro, in progress del 15% rispetto all'analogo periodo del 2016. Sensibilmente inferiore la progressione relativa al volume dell'export, che si attesta a 21.825.711 chilogrammi, in evoluzione del 4,61%, dato che evidenzia l'interesse dei mercati stranieri per gli articoli di maggiore pregio.

 

Emblematici a tale proposito gli incrementi double digit della Corea del Sud (+41,08%) che copre il 6,5% dell'export, della Svizzera (+32,03%, con una quota del 20,5%, della Cina (+31,16%) i cui acquisti valgono il 4,5% delle nostre vendite oltrefrontiera e di Hong Kong (+16,38% con una quota del 9%). Significativa la ripresa della Russia, che ha messo a segno un +13,59%.

 

Negli Stati Uniti, che a valore sono il nostro quarto mercato, c'è stato un incremento del (+6,5%), a cui ha fatto riscontro un calo piuttosto sensibile dei volumi (-8,45), ennesima conferma dell'apprezzamento per i prodotti di maggiore valore in arrivo dal nostro Paese.

 

In Europa lo scenario è in chiaroscuro, con il Regno Unito che sale del 13,4% in valore, la Francia in progress dell'1,9% e la Germania in controtendenza a -3,2%.

 

Fuori dai confini Europei, boom di vendite in Brasile (+53%) che rappresenta una piccola porzione del nostro export (0,2%), in Australia (+35%) e Canada (+16,6%), che valgono ciascuna lo 0,8%.

 

In linea con le tendenze emerse l'import, salito a valore del 6,07% con i volumi in progressione più lenta a +2,83%, segno che anche per lo shopping oltrefrontiera gli articoli di qualità sono i più gettonati.

 

Emblematica la performance in Cina, primo fornitore dell'Italia con una quota in valore di circa un terzo del nostro import, dove l'aumento dei prodotti è stato del 6,4%, con i volumi aumentati a un ritmo meno vivace (+3,34%).

 

Ancora più eloquenti i dati relativi alla Francia, secondo mercato per il nostro import, con una progressione dell'11,37% in valore e un calo dei volumi del 10% circa.

 

Sul fronte di consumi interni i segnali relativi al primo semestre del 2017 sono contrastanti. Se aumenta la quantità degli articoli di pelletteria acquistati (+2%), scende in parallelo il valore medio del prodotto (-2,3%): uno scenario che rimanda alla notevole contrazione dei prezzi al consumo, in particolare borse, accessori e piccola pelletteria.

 

Crescono in particolare sul fronte maschile le vendite di zaini, porta laptop e valigie mentre nel comparto donna scendono gli acquistgi di borsette (-1% in quantità e -2,3% in valore).

 

Sul fronte distribuzione non frena la contrazione del ruolo dei negozi specializzati, che nel primo semestre dell'anno in corso hanno registrato una decrementi in quantità (-2,5%) e in valore (-7,7%) dei prodotti venduti. Positivi i risultati per le catene di negozi monobrand (+1,9% in quantità e +2,5% in valore) e per i grandi magazzini (+0,3% in quantità e +1,4% in valore).

 

Nella foto, una creazione di Gucci.

 

c.me.


Invia e-mail

Per trasmettere l'articolo a chi desideri, inserisci il tuo nome, il tuo indirizzo e-mail e quello del destinatario. A chi riceverà l'articolo apparirà il tuo nome e indirizzo e-mail.


Se desideri inviare l'articolo a più persone, inserisci gli indirizzi e-mail di tutti i destinatari separati da una virgola.


Puoi inserire il tuo nome e gli indirizzi e-mail senza timore: non li cederemo a terzi. I dati saranno tenuti riservati nel pieno rispetto della Legge 675/96 sulla Privacy.


Il tuo nome: (*)  
Il tuo indirizzo e-mail: (*)  
E-mail dei destinatari: (*)  
Il Messaggio di accompagnamento: (*)  

 

Newsletter

Iscriviti alla newsletter

Vuoi ricevere la nostra newsletter quotidiana direttamente nella tua casella di posta? Compila il form che trovi qui.

Abbonamenti

Abbonati subito

Per sottoscrivere l’abbonamento a Fashion, clicca qui.

Fashion E-Commerce

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion E-Commerce.

Fashion accessories 2017

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion accessories 2017.

Fashion Showroom

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion Showroom.

Fashion Fairs 2018

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion Fairs 2018.

Guarda le ultime fotogallery

Ultime fotogallery

Guarda le ultime fotogallery pubblicate nelle sezioni Moda, Negozi e People.