TIMING

Clicca sul giorno:

<agosto 2017>
lumamegivesado
31123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031123
45678910

Vedi i prossimi appuntamenti:


Conferenze stampa


Convegni


Eventi

Future Vintage Festival 2017

08/09/17, 15:00 - 21:00
Centro Culturale Altinate San Gaetano, via Altinate 71, Padova

Future Vintage Festival 2017

09/09/17, 10:00 - 21:00
Centro Culturale Altinate San Gaetano, via Altinate 71, Padova


Mostre / Vernissage


Presentazioni

DoDo

05/09/17, 09:30 - 16:00
Libreria del Mondo Offeso, piazza San Simpliciano 7, Milano

Faby

05/09/17, 09:30 - 14:00
Sheraton Diana Majestic - Lounge Gazebo, viale Piave 42, Milano

Aragō

13/09/17, 19:30
Fonderia Napoleonica Eugenia, via Thaon de Revel 21, Milano


Press day


Sfilate


Opening


Vedi tutti gli appuntamenti

SALONI

I prossimi 10 saloni


Spinexpo Shanghai

Shanghai

29 - 31 ago 2017


All China Leather Exhibition

Shanghai

30 ago - 01 set 2017


Hong Kong Watch & Clock Fair

Hong Kong

05 - 09 set 2017


Centrestage

Hong Kong

06 - 09 set 2017


Premiere Classe

Paris

08 - 11 set 2017


Who’s Next

Paris

08 - 11 set 2017


Maison & Objet

Paris

08 - 12 set 2017


Fragranze

Firenze

08 - 10 set 2017


Supreme Tracht&Country

Munich

10 - 11 set 2017


Apparel Sourcing

Paris

18 - 21 set 2017


Vedi tutti i saloni
NOMINE mercoledì 17 maggio 2017

 

Ralph Lauren: Patrice Louvet (ex P&G) è il nuovo presidente e ceo

Ralph Lauren: Patrice Louvet (ex P&G) è il nuovo presidente e ceo

 

A quasi quattro mesi dall'annuncio delle dimissioni di Stefan Larsson, diventate effettive il primo maggio, Ralph Lauren sceglie Patrice Louvet (già ai vertici della unit Global Beauty di Procter & Gamble, nella foto) come presidente e ceo: un incarico che assumerà dal 17 luglio.

 

Dopo aver puntato su un executive di Gap Inc., quale era Larsson - un'intesa durata meno di sei mesi -, la griffe cambia dunque rotta e scommette su un manager proveniente da un ambito diverso.

 

Da notare che la divisione Global Beauty di P&G, di cui Louvet è stato group president, è formata da 12 marchi, che fatturano complessivamente quasi 11,5 miliardi di dollari (dato 2016). Si dice che il suo stipendio annuale in RL sarà intorno agli 1,25 milioni di dollari.

 

La scelta è caduta su di lui perché, come spiega Ralph Lauren, «è un leader dalle notevoli capacità, con una grande passione per il mondo del consumatore e una capacità innata nel costruire marchi globali».

 

Lauren - chairman e chief creative officer della società che porta il suo nome - sottolinea altri plus del neo-nominato: «Ha un modo di lavorare basato sulla massima collaborazione con il team e si concentra sui risultati. Insieme a lui diventeremo più forti e ci proietteremo nel futuro».

 

«Ralph è una delle più importanti fashion icon del mondo - afferma Patrice Louvet -. Da anni ammiro le sue qualità e considero incredibile l'opportunità di lavorare con lui, partendo da un heritage di 50 anni, unito all'innovazione. Sono entusiasta di guidare la prossima fase di sviluppo di una griffe dalle enormi potenzialità».

 

Il top executive può contare su 25 anni di carriera, durante i quali ha avuto ruoli di responsabilità in varie società multimiliardarie nei vari continenti e in particolare in Europa, Asia e Nord America.

 

Prima di diventare group president di Global Beauty nel febbraio 2015, Louvet è stato group president, global grooming di Gillette e numero uno di Global Prestige sempre presso P&G, con la responsabilità di un portafoglio di 23 fashion label, comprese Gucci e Hugo Boss. Attualmente fa parte del board of director di Bacardi Limited.

 

Ralph Lauren Corporation è nel pieno del "Way Forward Plan", piano strategico di ristrutturazione varato un anno fa, di cui ha fatto parte anche la recente chiusura del flagship Polo Ralph Lauren, aperto tre anni fa sulla Quinta strada.

 

Obiettivo del "Way Forward Plan" è risparmiare nell'arco del fiscal year circa 180-220 milioni di dollari. Questo anche grazie a una rinfrescata ai vertici, con new entry come Jonathan Bottomley (chief marketing officer) e Tom Mendenhall, ex Tom Ford, in qualità di brand president di Polo, Purple Label e Double RL.

 

Attesa intanto per domani, 18 maggio, quando saranno presentati i risultati sul quarto trimestre e il bilancio annuale 2017. In base alle previsioni stilate a febbraio (quando i dati del terzo trimestre evidenziavano un turnover di 1,7 miliardi di dollari, in calo del 12%, e un utile netto passato da 131 a 82 milioni di dollari) ci si dovrebbe attendere una riduzione "low-double digit" del fatturato sui 12 mesi e "down mid-teens" per quanto riguarda i tre mesi.

 

a.b.


Articoli correlati


Invia e-mail

Per trasmettere l'articolo a chi desideri, inserisci il tuo nome, il tuo indirizzo e-mail e quello del destinatario. A chi riceverà l'articolo apparirà il tuo nome e indirizzo e-mail.


Se desideri inviare l'articolo a più persone, inserisci gli indirizzi e-mail di tutti i destinatari separati da una virgola.


Puoi inserire il tuo nome e gli indirizzi e-mail senza timore: non li cederemo a terzi. I dati saranno tenuti riservati nel pieno rispetto della Legge 675/96 sulla Privacy.


Il tuo nome: (*)  
Il tuo indirizzo e-mail: (*)  
E-mail dei destinatari: (*)  
Il Messaggio di accompagnamento: (*)  

 

Newsletter

Iscriviti alla newsletter

Vuoi ricevere la nostra newsletter quotidiana direttamente nella tua casella di posta? Compila il form che trovi qui.

Abbonamenti

Abbonati subito

Per sottoscrivere l’abbonamento a Fashion, clicca qui.

Fashion E-Commerce

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion E-Commerce.

Fashion Fairs 2017

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion Fairs 2017.

Fashion Showroom

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion Showroom.

Fashion in the City

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion in the City.

Guarda le ultime fotogallery

Ultime fotogallery

Guarda le ultime fotogallery pubblicate nelle sezioni Moda, Negozi e People.