TIMING

Clicca sul giorno:

<aprile 2018>
lumamegivesado
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30123456

Vedi i prossimi appuntamenti:


Conferenze stampa

Denim Premiere Vision

09/05/18, 18:00
The Room - solo su invito, via Giulio Romano 8, Milano


Convegni


Eventi

Julipet (breakfast)

19/04/18, 09:00 - 14:00
solo su invito (con dress code), via Verri 3, Milano

Asia Design Pavillio Opening Ceremony

19/04/18, 11:00
Megawatt Court - su invito, via Watt 15, Milano

Nest Award 2018

19/04/18, 13:30 - 18:00
Università degli Studi di Milano - Aula Magna, via Festa del Perdono 7 - su invito, Milano

Mermazing

19/04/18, 15:30
Vmaison Showroom, via Fatebenefratelli 9, Milano

Brunello Cucinelli - Anima Mundi

19/04/18, 17:00 - 20:30
Boutique - solo su invito, via Montenapoleone 27/C, Milano


Mostre / Vernissage

Replay - Primates Revolution

20/04/18, 17:30 - 19:30
Replay - The Stage, piazza Gae Aulenti 4 - su invito, Milano


Presentazioni


Press day

Julipet

19/04/18, 09:00 - 14:00
Flagship Store - su invito, galleria via Verri 3, Milano

Parini Associati

03/05/18, 09:30 - 17:30
su invito, via Boccaccio 7, Milano

Moon Boot

03/05/18, 09:30 - 18:30
Massimo Bonini Showroom, via Montenapoleone 3 - su invito, Milano


Sfilate


Opening

Buro Belén

19/04/18, 18:00 - 20:00
Alcova, via Popoli Uniti 13, Milano

Milena Andrade

20/04/18, 10:00 - 19:30
Flagship Store, via Santa Maria alla Porta 5, Milano


Vedi tutti gli appuntamenti

SALONI

I prossimi 10 saloni


Mostra Internazionale dell'Artigianato

Firenze

21 apr - 01 mag 2018


Moda Makers

Carpi (MO)

15 - 17 mag 2018


Chibimart

Milano

18 - 21 mag 2018


Denim Premiere Vision

Paris

23 - 24 mag 2018


Moda

New York

10 - 12 giu 2018


Accessories The Show

New York

10 - 12 giu 2018


(Pre) Coterie

New York

10 - 12 giu 2018


Fame

New York

10 - 12 giu 2018


Milano Moda Uomo

Milano

16 - 19 giu 2018


Gardabags

Riva del Garda (TN)

16 - 19 giu 2018


Vedi tutti i saloni
OMNICANALITÀ mercoledì 12 aprile 2017

 

Farfetch è a caccia di esperienze bespoke con i marchi. Si parte da Gucci

Farfetch è a caccia di esperienze bespoke con i marchi. Si parte da Gucci

 

Farfetch si allea con Gucci per offrire consegne "store to door" in 90 minuti, un servizio che sarà attivo in 10 capitali del mondo è che è solo una delle novità annunciate oggi (12 aprile) da José Neves in occasione del summit organizzato a Londra, in cui l'imprenditore ha condiviso con il mondo dei buyer suoi partner e degli investitori la sua visione  dello store del futuro che sarà sarà un connubio perfetto tra offline e online.

 

L'evento è stato l'occasione per dimostrare che il più volte annunciato Store of the Future è ormai quasi pronto. Il sitema operativo per retail fisico che catapulterà Farfetch e i suoi partner nel mondo dell'omnicanalità sarà testato entro la fine dell'anno da Browns a Londra e nel flagship store di New York di Thom Browne.

 

Il software e la app di Store of the Future permetteranno di utilizzare una serie di dati per migliorare l'esperienza di vendita al dettaglio, fornire personalizzazioni ai clienti e permettere al personale del negozio di diventare “influencer in-store”. L'idea alla base del concept è quella di utilizzare la tecnologia per creare un'esperienza bespoke per ogni brand presente su Farfetch, in ogni città e in ogni multimarca.



Dando il benvenuto agli ospiti dell'evento (tra cui molti titolari dei negozi multimarca presenti sulla piattaforma), Neves ha detto di voler chiarire ciò che sta realmente accadendo dentro e fuori dal negozio: «Il retail fisico oggi vale il 93% delle vendite totali e anche se l'online continuerà a crescere a velocità elevata nel 2025 rappresenterà ancora l'80% del business».

 

«I retailer - ha proseguito Neves - hanno bisogno di un mezzo per raccogliere informazioni sui loro clienti, al pari dei dati che si raccolgono attraverso le ricerche e gli acquisti fatti online».

 

L'idea è quindi quella di creare un negozio perfettamente connesso perchè la tecnologia (realtà aumentata inclusa) aiuterà a migliorare l’esperienza del consumatore in store e permettera di dare al retailer la piena visibilità di ciò che accade in negozio.

 

 

Fra le tecnologie in-store che Farfetch sta mettendo a punto c'è anche uno scanner che permetterà ai clienti di "loggarsi" con uno smartphone quando entrano in negozio.Un assistente di vendita potrà visualizzare il loro profili, che raccolgono informazioni di vario genere, compreso la merce acquistata in precedenza o i capi salvati in una lista dei desideri nel negozio online del marchio.

 

Ma l'evento dedicato alla tecnologie del futuro e al'integrazione tra online e offline è stato anche l'occasione per presentare la partnership con Gucci, che consentirà ai clienti di acquistare tramite app e sito web di Farfetch una serie di capi di abbigliamento e di accessori, con consegna in appena 90 minuti.

 

Un servizio analogo di spedizione è già offerto da qualche mese agli utenti di matchesfashion.com residenti a Londra, città in cui l'e-tailer possiede anche cinque negozi fisici.

 

Con Farfetch il servizio si estende geograficamente, offrendo agli utenti la possibilità di accedere direttamente ai magazzini di 10 negozi Gucci a Londra, New York, Dubai, Los Angeles, Madrid, Miami, Milano, Parigi, San Paolo e Tokyo.

 

La nuova collaborazione tra Gucci e Farfetch contribuisce a infiammare il segmento dell'e-commerce di lusso, che continua a sfornare continue novità sul fronte dell'omnicanalità, come la partnership tra Ynap e Valentino e soprattutto l'intenzione da parte di Lvmh (confermata pochi giorni fa dal suo direttore finanziario Jean-Jacques Guiony) di far decollare l'e-commerce multimarca, legato al department store Le Bon Marché di proprietà del gruppo.

 

Ma le collaborazioni tra Farfetch e i brand della moda annunciate oggi non si limitano a Gucci e Thom Browne. Anche Nicholas Kirkwood è stato coinvolto nella dimostrazione. Il marchio del designer americano sarà coinvolto in un progetto legato alla customizzazione. 

 

I manager dell'e-tailer inglese hanno mostrato un display olografico che consentirà ai clienti di creare e ordinare un modello su misura di un mocassino cult di Nicholas Kirkwood, il Beya, potendo scegliere tra diversi pellami e colori. Anche questo è lo store del futuro.

 

an.bi.


Articoli correlati


Invia e-mail

Per trasmettere l'articolo a chi desideri, inserisci il tuo nome, il tuo indirizzo e-mail e quello del destinatario. A chi riceverà l'articolo apparirà il tuo nome e indirizzo e-mail.


Se desideri inviare l'articolo a più persone, inserisci gli indirizzi e-mail di tutti i destinatari separati da una virgola.


Puoi inserire il tuo nome e gli indirizzi e-mail senza timore: non li cederemo a terzi. I dati saranno tenuti riservati nel pieno rispetto della Legge 675/96 sulla Privacy.


Il tuo nome: (*)  
Il tuo indirizzo e-mail: (*)  
E-mail dei destinatari: (*)  
Il Messaggio di accompagnamento: (*)  

 

Newsletter

Iscriviti alla newsletter

Vuoi ricevere la nostra newsletter quotidiana direttamente nella tua casella di posta? Compila il form che trovi qui.

Abbonamenti

Abbonati subito

Per sottoscrivere l’abbonamento a Fashion, clicca qui.

Fashion E-Commerce

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion E-Commerce.

Fashion in The City 2018

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion in The City 2018.

Fashion Showroom

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion Showroom.

Fashion Fairs 2018

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion Fairs 2018.

Guarda le ultime fotogallery

Ultime fotogallery

Guarda le ultime fotogallery pubblicate nelle sezioni Moda, Negozi e People.