TIMING

Clicca sul giorno:

<marzo 2017>
lumamegivesado
272812345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789

Vedi i prossimi appuntamenti:


Conferenze stampa

Chiara Bertola (mostre Biennale)

24/03/17, 11:00
Spazio Krizia, via Manin 21, Milano

The Fjällräven Way – in viaggio con la sostenibilità

25/03/17, 14:45
Be Nordic c/o Unicredit Pavillion, piazza Gae Aulenti 10, Milano

Federazione Moda, Tessile e Accessorio

28/03/17, 11:00
Palazzo Bagatti Valsecchi, via Santo Spirito 10, Milano

Gaetano Pesce ”Maestà Tradita –Frammenti"

30/03/17, 12:00
Palazzo Marino, sala stampa, piazza della Scala 2, Milano

Material Immaterial

03/04/17, 14:30
Università degli Studi - Aula Magna, via Festa del Perdono 3, Milano


Convegni

“Le Città di Michelucci”

25/03/17, 09:30
Sala Maggiore del Palazzo Comunale, piazza del Duomo 1, Pistoia

Rigenerare la città attraverso gli Headquarters: scenari e opportunità

28/03/17, 18:30 - 20:30
Assimpredil ANCE, via San Maurilio 21, Milano


Eventi

Intertrade Group - Unscent Darkness

22/03/17, 18:30 - 23:00
via Mozart 16, Milano

Primi passi con Gusella

25/03/17, 16:00 - 18:00
Mammamondo, via Cimarosa 4, Milano

Centri Commerciali: da non luoghi a luoghi di aggregazione, innovazione e socializzazione

29/03/17, 14:00
Auditorium San Fedele, via Hoepli 3, Milano

Paola Vivi - I'm tired of eating fish

29/03/17, 18:30 - 21:00
La Rinascente - Il Bar - 7 floor, piazza del Duomo, Milano

Fashion Displacement - Professionals to rework the industry

30/03/17, 11:00
Villa Favard - Polimoda, via Curtatone, angolo Lungarno Vespucci, Firenze


Mostre / Vernissage

Athanatos - Lia Bosch

04/04/17, 18:30 - 20:00
Galleria Rossana Orlandi, via Matteo Bandello 14, Milano


Presentazioni

Antonio Croce (dinner cocktail and Dj set)

24/03/17, 19:00 - 23:30
via Manzoni 38, Milano

Triumph

27/03/17, 09:30 - 11:00
Ristorante Filippo La Mantia - Oste e cuoco, piaza Risorgimento 2/a, Milano

Inglesina

28/03/17, 09:00 - 19:00
Clara Garcovich, Corso Venezia 16, Milano

Sergio Rossi

28/03/17, 10:00 - 18:00
Showroom, via Pontaccio 13, Milano

Swarovski Illusions

28/03/17, 18:30 - 20:30
Spazio Radetzky, via Cusani 5, Milano


Press day

Woolite - EFfetto Woo

27/03/17, 10:00 - 19:00
Biguine, Paris, via Cappellari 3 - su invito, Milano

Daniele Ghiselli Showroom

28/03/17, 09:00 - 18:00
via Sidoli 19, Milano

Annarita N

28/03/17, 09:00 - 18:30
Showroom, via Sant'Andrea 21, Milano

Christian Louboutin

28/03/17, 09:30 - 19:00
via Vivaio 22, Milano

Simeone Napoli

28/03/17, 09:30 - 18:00
via San Pietro all’Orto 19, Milano


Sfilate


Opening

Dry Milano

29/03/17, 21:30 - 23:30
viale Vittorio Veneto 28, Milano

Alcantara House

04/04/17, 18:00 - 21:00
Store, via Verri 8 / via San Pietro all'Orto, Milano

Julipet

06/04/17, 09:00 - 14:00
Flagshio Store, galleria via Pietro Verri 3, Milano


Vedi tutti gli appuntamenti

SALONI

I prossimi 10 saloni


Baselworld

Basel

23 - 30 mar 2017


Riga Fashion Week

Riga

28 mar - 01 apr 2017


APLF Leather & Materials+

Hong Kong

29 - 31 mar 2017


APLF Fashion Access

Hong Kong

29 - 31 mar 2017


Salone del Mobile.Milano

Rho, Milano

04 - 09 apr 2017


Fashion World Tokyo

Tokyo

05 - 07 apr 2017


Denim Premiere Vision

Paris

26 - 27 apr 2017


Proposte

Cernobbio (Co)

03 - 05 mag 2017


Accessories Circuit - Intermezzo Collections

New York

07 - 09 mag 2017


Arab Fashion Week

Dubai

16 - 20 mag 2017


Vedi tutti i saloni
inaugurazione di pitti uomo martedì 10 gennaio 2017

 

Il governo dà fiducia alla moda: +45% di investimenti nel 2017

Il governo dà fiducia alla moda: +45% di investimenti nel 2017

 

Oltre al cauto ottimismo dovuto ai numeri record (1.220 marchi presenti) e ai dati positivi del menswear (il fatturato 2016 del comparto registra un incremento dello 0,9%, a quasi 9 miliardi), il cammino di Pitti Uomo 91 inizia bene: all'inaugurazione della manifestazione a Palazzo Vecchio il governo ha rinnovato l'impegno a sostenere il made in Italy in generale, e la moda italiana in particolare, con un investimento in crescita del 45%.

 

«Il 2017 - ha detto il ministro dello sviluppo economico, Carlo Calenda - sarà un anno difficile anche per la moda italiana: il governo da parte sua ha varato un piano complessivo per il made in Italy per circa 300 milioni di euro, quasi dieci volte in più rispetto alla media degli ultimi anni».

 

«Continueremo a investire e a rafforzare, a patto che si tratti di eventi di assoluta eccellenza - ha precisato - sul modello di quanto abbiamo fatto nelle ultime edizioni per Pitti (lo stanziamento da parte del governo è di circa 550mila euro) e per il Salone del Mobile.

 

L'idea di Calenda è quella di focalizzarsi sulle iniziative che abbiano un valore internazionale. Per quanto riguarda il sistema moda, il ministro ha assicurato che quest'anno il governo metterà sul piatto 36 milioni di euro.

 

Da parte sua, il presidente dell'Ice, Michele Scannavini, ha ribadito che la moda si conferma uno dei settori che il governo supporta di più, «perché siamo convinti che concentrarci su questo comparto abbia effetti a cascata sul made in Italy nella sua totalità».

 

Gaetano Marzotto, presidente di Pitti Immagine, ha voluto ringraziare tutti gli imprenditori (circa 700 le aziende italiane) che ogni sei mesi tornano in Fortezza da Basso: «Investono, creano lavoro e danno un importante contributo per battere la crisi, in un 2017 che si annuncia di notevole incertezza».

 

A Claudio Marenzi, presidente di Smi e di Emi-Ente Moda Italia, il compito di sottolineare l'importanza della sinergia tra le diverse realtà associative e imprenditoriali del settore moda allargato (tessile e abbigliamento, accessori, calzature e occhialeria), che porterà a sincronizzare tutte le fiere in un'unica città (Milano) e negli stessi giorni. «I competitor - ha puntualizzato Marenzi -  non sono in Italia, ma negli altri Paesi».

 

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, da un lato ha precisato come il rapporto tra le manifestazioni di Pitti, la cultura e la città sia sempre inscindibile, mentre dall'altro ha evidenziato il valore di un lavoro comune tra le città italiane, a cominciare da Milano, con cui il capoluogo toscano condivide il titolo di capitale della moda italiana».

 

«Il 29 dicembre scorso - ha rivelato Nardella - io e Beppe Sala ci siamo visti e abbiamo discusso su come dare una mano al progetto di sistema a cui il comparto sta lavorando. Abbiamo deciso di avviare un patto tra Firenze e Milano, per sostenere gli imprenditori della moda» (nell'immagine di NoNamePhoto, Carlo Calenda durante il suo intervento di stamattina).

 

 

an.bi.


Invia e-mail

Per trasmettere l'articolo a chi desideri, inserisci il tuo nome, il tuo indirizzo e-mail e quello del destinatario. A chi riceverà l'articolo apparirà il tuo nome e indirizzo e-mail.


Se desideri inviare l'articolo a più persone, inserisci gli indirizzi e-mail di tutti i destinatari separati da una virgola.


Puoi inserire il tuo nome e gli indirizzi e-mail senza timore: non li cederemo a terzi. I dati saranno tenuti riservati nel pieno rispetto della Legge 675/96 sulla Privacy.


Il tuo nome: (*)  
Il tuo indirizzo e-mail: (*)  
E-mail dei destinatari: (*)  
Il Messaggio di accompagnamento: (*)  

 

Newsletter

Iscriviti alla newsletter

Vuoi ricevere la nostra newsletter quotidiana direttamente nella tua casella di posta? Compila il form che trovi qui.

Abbonamenti

Abbonati subito

Per sottoscrivere l’abbonamento a Fashion, clicca qui.

Fashion E-Commerce

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion E-Commerce.

Fashion Fairs 2017

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion Fairs 2017.

Fashion Showroom

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion Showroom.

Fashion Icons

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion Icons.

Guarda le ultime fotogallery

Ultime fotogallery

Guarda le ultime fotogallery pubblicate nelle sezioni Moda, Negozi e People.