TIMING

Clicca sul giorno:

<gennaio 2017>
lumamegivesado
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345

Vedi i prossimi appuntamenti:


Conferenze stampa

NABA Visual Arts Exhibition - Inaugurazione

17/01/17, 18:30
Triennale, viale Alemagna 6, Milano

Milanomontagna

19/01/17, 11:00
Palazzo Marino, sala stampa, piazza della Scala 2, Milano

“La Ricerca del quotidiano” premiazione contest QVC

25/01/17, 11:00
Spazio Oberdan , viale Vittorio Veneto 2 , Milano


Convegni


Eventi

Original Marines (live coocking di Alessandro Borghese)

19/01/17, 11:30
Costruzioni Lorenesi, Pitti Bimbo, piano terra, Stand 2, Firenze

Quis Quis - Stefano Cavalleri Live Performance

19/01/17, 15:30
Costruzioni Lorenesi, Pitti Bimbo, 1° piano, Firenze

Viginio - Let's dance

19/01/17, 16:30
Fortezza da Basso - Sala della Volta, viale Filippo Strozzi 1, Firenze

Simonetta e Anticito Onlus presentano il libro 'Non voglio vedere verde'

19/01/17, 18:00 - 20:00
Mercato Centrale di San Lorenzo, via dell'Ariento, Firenze

Forum sull'#Innovazionechepiace - come difendere le idee ed i contenuti originali

20/01/17, 10:00 - 17:00
Samsung District - su invito, via Mike Bongiorno 9, Milano


Mostre / Vernissage

Pirelli Cento Immagini

17/01/17, 12:00
Biblioteca Archimede, piazza Capidoglio 50, Settimo Torinese


Presentazioni

Petit Bateau - Apéritif Gourmand

19/01/17, 11:00 - 13:00
Pitti Immagine Bimbo - Padiglione Medici, stand D/1-3 - Padiglione Centrale, Firenze

Trussardi Junior

19/01/17, 17:30 - 19:30
Luisaviaroma, via Roma 19/21 r, Firenze


Press day

Vilebrequin

24/01/17, 10:00 - 18:30
Casa Ranieri Tenti, via Borgonuovo 12, Milano


Sfilate

Carlo Pignatelli

17/01/17, 09:00 - 11:00
via Mario Fusetti 8, Milano

Nuova generazione di designer

17/01/17, 10:30
via Bergognone 59, Milano

Giorgio Armani

17/01/17, 12:00
via Bergognone 59, m

Hyper Room Milano

17/01/17, 17:00
corso Venezia 6, Milano

Mariella Arduini

19/01/17, 15:00
Officine del VOlo, via Mecenate 76/5, Milano


Opening


Vedi tutti gli appuntamenti

SALONI

I prossimi 10 saloni


Texworld USA

New York

23 gen 2016 - 25 gen 2017


Couromoda

São Paulo

15 - 18 gen 2017


Sao Paulo Pret-a-Porter

Sao Paulo

15 - 18 gen 2017


Greenshowroom

Berlin

17 - 19 gen 2017


Premiere Vision New York

New York

17 - 18 gen 2017


Pitti Immagine Bimbo

Firenze

19 - 21 gen 2017


Who’s Next

Paris

20 - 23 gen 2017


Premiere Classe

Paris

20 - 23 gen 2017


Maison & Objet

Paris

20 - 24 gen 2017


VicenzaOro January + T-Gold

Vicenza

20 - 25 gen 2017


Vedi tutti i saloni
Pitti Uomo martedì 10 gennaio 2017

 

Andrea Canè (Woolrich): «Sempre più globali. E ora debuttano le calzature con suole Vibram»

Andrea Canè (Woolrich): «Sempre più globali. E ora debuttano le calzature con suole Vibram»

 

Ragionare in un’ottica globale, puntare ad Asia e Stati Uniti, scommettere sul retail: sono alcuni degli obiettivi di Woolrich, all’indomani dell’acquisizione del controllo della label da parte di W.P. Lavori in Corso. Li racconta Andrea Canè, direttore creativo globale della neonata Woolrich International. Appuntamento a Pitti Uomo, dove debutta il progetto calzature in tandem con Giano.

 

Andrea Canè è stato artefice del successo di Woolrich, grazie alle sue intuizioni da direttore creativo e alla sua capacità di guardare lontano. In seguito alla fusione tra Woolrich Europe del gruppo W.P. Lavori in Corso, licenziataria del marchio per l’Europa e l’Asia, e Woolrich Inc., azienda americana di abbigliamento outdoor con quasi due secoli di heritage, si apre un nuovo capitolo nella storia del marchio.

 

È nata la holding Woolrich International, di cui Cristina Calori detiene oltre l’80% e della quale Andrea Canè è diventato global creative director.

 

Ora è tempo di ragionare in un’ottica globale, di spingersi fuori dei confini del Vecchio Continente, alla ricerca del successo in mercati lontani come la Cina, ma anche in America, dove tutto ha avuto inizio e dove ancora oggi è operativo il lanificio Woolrich Woolen Mill, nato nel 1830, il più antico a ciclo integrato ancora funzionante nel Paese.

 

L’ambizioso piano quadriennale punta a traghettare la neonata Woolrich International da un giro di affari di 170 milioni di euro a 266 milioni di euro entro il 2020, con una forza lavoro di 500 persone e tanto impegno a livello di prodotto e retail. E poi l’Ipo presso una Borsa internazionale, per sostenere la seconda fase di sviluppo. Una storia ancora da scrivere, certo. Ma la trama è precisa e dettagliata.

 

«Dopo più di 30 anni passati prima come distributori e poi come licenziatari, siamo arrivati a detenere la maggioranza del marchio che abbiamo fin qui sviluppato con successo in Europa - chiarisce Canè -. Ora finalmente possiamo lavorare con i nostri partner americani allo sviluppo delle nostre linee a livello globale, con una maggior focalizzazione su Nord America e Asia»

 

E prosegue: «Cercherò di continuare a innovare un marchio così storico su base globale. La parte nuova sarà quella di armonizzare la linea “outdoor”, a oggi presente solo sul mercato americano, con un posizionamento globale compatibile con la nostra Woolrich John Rich & Bros., creando un prodotto ancora più in sintonia con il dna del marchio. Inoltre dovrò lavorare per il rilancio della nostra attività storica di lanificio verticale, uno degli ultimi ancora esistenti negli Stati Uniti, operazione non facile ma che ci metterà ancora una volta alla prova».

 

La sfida è quella di essere sempre più rilevanti nel core business, cioè nell’outerwear. «Per fare questo dobbiamo migliorare e innovare la nostra gamma, con capi che siano adatti a condizioni climatiche non solo legate al “grande freddo” » spiega Canè.

 

«Lo sviluppo retail - prosegue - ci sta portando ad ampliare l’offerta di prodotti a marchio Woolrich in nuove categorie. A Pitti Uomo presentiamo una prima gamma di calzature, realizzate in partnership con Giano e nate dall’ibridazione tra urbano e outdoor, con suole esclusive sviluppate per Woolrich dalla Vibram. Gli accessori saranno sempre più importanti: presto presenteremo la Parka Bag, borsa perfetta per contenere il nostro capo icona nei passaggi dall’esterno all’interno. Anche la maglieria avrà sempre più rilevanza».

 

Il testo integrale dell'intervista ad Andrea Canè è pubblicato nel numero 1 di Fashion, con data 9 gennaio 2017.

 

c.me.


Invia e-mail

Per trasmettere l'articolo a chi desideri, inserisci il tuo nome, il tuo indirizzo e-mail e quello del destinatario. A chi riceverà l'articolo apparirà il tuo nome e indirizzo e-mail.


Se desideri inviare l'articolo a più persone, inserisci gli indirizzi e-mail di tutti i destinatari separati da una virgola.


Puoi inserire il tuo nome e gli indirizzi e-mail senza timore: non li cederemo a terzi. I dati saranno tenuti riservati nel pieno rispetto della Legge 675/96 sulla Privacy.


Il tuo nome: (*)  
Il tuo indirizzo e-mail: (*)  
E-mail dei destinatari: (*)  
Il Messaggio di accompagnamento: (*)  

 

Newsletter

Iscriviti alla newsletter

Vuoi ricevere la nostra newsletter quotidiana direttamente nella tua casella di posta? Compila il form che trovi qui.

Abbonamenti

Abbonati subito

Per sottoscrivere l’abbonamento a Fashion, clicca qui.

Fashion E-Commerce

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion E-Commerce.

Fashion Fairs 2017

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion Fairs 2017.

Fashion Showroom

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion Showroom.

Fashion Icons

Sfoglia l’ultimo numero di Fashion Icons.

Scrivi al direttore

Email al Direttore

Se hai qualcosa da segnalare o da comunicare mediante il nostro giornale, scrivici a emailaldirettore@fashionmagazine.it.

Guarda le ultime fotogallery

Ultime fotogallery

Guarda le ultime fotogallery pubblicate nelle sezioni Moda, Negozi e People.